PAGINA D'INTRODUZIONE   di Gianantonio Castiglioni  
HOME
HOME

o

il volume "IL SISTEMA BOCCHI-DUBOIN", edito da Mursia, è disponibile nelle librerie italiane

Note dello scrivano

Con Norberto Bocchi che vive a Barcellona e Giorgio Duboin che ha casa a Torino, è stato subito chiaro che, per motivi logistici, la mia vittima predestinata sarebbe stata Giorgino.

Questo libro è stato infatti scritto, corretto e riscritto in un bar di fronte alla stazione di Novara dove Giorgio Duboin arrivava in treno da Torino ed io in macchina da Lugano.

Se il libro è finalmente venuto alla luce, un po’ di merito me lo prendo anch’io. Ho infatti dovuto letteralmente braccare Giorgio, inseguendolo  e snidandolo nei pochi giorni liberi che aveva, preso com’è tra Olimpiadi, Campionati del mondo e tornei ad inviti che lo portano da un capo all’altro del pianeta.

Ho avuto quindi il raro privilegio di passare lunghi pomeriggi a parlare di bridge con un Campione del livello di Giorgio che si è rivelato non solo l’inarrivabile giocatore che tutti conosciamo, ma anche uomo intelligente, garbato e di vaste letture. Ha anche mostrato una discreta dose di pazienza nel rispondere alle innumerevoli domande, spesso per lui elementari, che ho dovuto porgli per poter decifrare gli ermetici appunti che hanno rappresentato il nostro punto di partenza.

Giorgio Duboin lascia bonariamente credere di essere di origini liguri e di essersi poi trapiantato a Torino, Norberto Bocchi risulterebbe invece di origini parmensi.  Prima o poi pero’ la verità verrà a galla. Da come questi due signori giocano a bridge, secondo me, in realtà sono atterrati da un’astronave e si sono abilmente mimetizzati tra noi umani.

Vederli dipingere  nell’aria, con pochi tratti sapienti, dozzine di mani di bridge, mi ha ricordato i grandi Maestri del Rinascimento. Il paragone non deve suonare per nulla irrispettoso perché, in entrambi i casi, sempre di arte si tratta.

Rimane il rammarico, da parte mia, di non essere riuscito ad assimilare almeno un po’ della loro genialità: pazienza, campioni si nasce...
Gianantonio Castiglioni

<<<

concept by GCVB